I funghi non rappresentano soltanto un ingrediente prelibato e ricercato da aggiungere alle nostre pietanze ma sono anche un alimento ad alto valore nutritivo e con proprietà salutistiche importanti. Scopriamo insieme i segreti che nasconde il bosco.

Esistono decine e decine di specie di funghi, molti dei quali non commestibili, sulle nostre tavole arrivano per lo più porcini, champignon, cardoncelli, gallinacci, chiodini, ognuno con caratteristiche diverse e particolari sapori. Appurato che i funghi siano commestibili, possono essere consumati senza problemi, attenzione solo ai casi di allergia. Si prestano bene anche a diverse forme di conservazione, esempio surgelati, sottolio, essiccati. Uno dei vantaggi dei funghi è riuscire a mantenere intatte le caratteristiche nutrizionali e salutistiche anche da surgelati o da essiccati.

Menù a base di funghi 

Brunch: colazione o pranzo? Magari entrambi…

brunch

Da qualche anno anche in Italia, il brunch del week-end (sabato o domenica mattina) è diventato un rito, un modo particolare e divertente di incontrarsi con gli amici. Il brunch consiste in un pasto a metà tra la colazione (breakfast) e il pranzo (lunch), viene servito nella fascia tra le 11:00 del mattino e le 15:00 del pomeriggio e racchiude una serie di combinazioni culinarie strane ma coinvolgenti; è composto infatti da un misto della classica colazione dolce (cornetto, cappuccino, marmellata, crema al cioccolato) e l’alternativa colazione salata (omelette, carni fredde, salumi, formaggi, pesce crudo, verdure) accompagnate da tantissime varietà di pane, succhi, thè, ecc…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Cappuccino di latte p.scremato / latte vegetale (soya, mandorla, avena, riso)

 

 

 

 

omelette_funghi

 

Cena: leggerezza sinonimo di bontà

Dopo il ricco brunch, per cena Picard ha pensato a qualcosa di leggero ma buono, delicato e salutare, una vellutata di funghi, accompagnata da ottimi crostini di pane ai cereali e un contorno di verdure al vapore.

 

  • Crostini di pane ai cereali

 

  • Parmigiano/grana grattugiato

 

  • Bol vapeur: fagiolini, piselli e spinaci – Picard

 

  • Una ciotolina di melone – Picard

 

vellutata_funghi

 

I funghi sono disponibili da settembre a fine novembre. Presentano tante proprietà nutrizionali e salutistiche. Sono vegetali ipocalorici (100g di fughi contengono circa 20kcal- 100g di porcini contengono 25kcal – 100g di champignons 21kcal),  il 90% del loro peso è formato da acqua. In una porzione da 100g di prodotto al netto degli scarti sono presenti 4,5g di carboidrati, 3,5g di proteine, 0,3g di grassi.

Crescendo a contatto diretto con il terreno dei boschi sono ricchi in sali minerali come il potassio, il fosforo, il magnesio, il rame e il selenio, hanno una buona base di vitamine del gruppo B e sostanze antiossidanti considerati utili per la prevenzione di patologie tumorali e di malattie legate all’invecchiamento, hanno un effetto diretto sul colesterolo proteggendo le nostre arterie da problemi di tipo cardiovascolare.

I funghi contengono lisina e triptofano, rappresentanti degli amminoacidi essenziali e quindi delle proteine.

funghi_bosco

E’ importante sottolineare che fin dall’antichità i funghi erano considerati come un vero e proprio antibiotico naturale e vengono indicati nella medicina non convenzionale come un alimento da assumere durante il cambio di stagione per proteggersi dai malanni autunnali. La loro comparsa nei boschi tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno (settembre-novembre) e tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera (marzo-maggio) conferma che è proprio il passaggio delle stagioni il periodo ideale per consumarli freschi e godere di tutte le proprietà che essi presentano.


Continuate a seguire il nostro blog Salute e Benessere!

Alla prossima settimana

La vostra nutrizionista preferita

(0)

Sta arrivando il freddo, cosa c’è di più bello del tornare a casa e godersi una buonissima e caldissima tisana alle erbe e miele, ma quale scegliere? Rilassante, drenante, digestiva ecc… le erbe da infusi hanno tante proprietà, utili per migliorare le nostre condizioni fisiche e psichiche.

Scopriamo insieme quali sono le piante officinali più utili e i loro benefici.

In passato era fondamentale conoscere le erbe e le proprietà per la medicina antica, in quanto corrispondeva all’unica terapia possibile per la cura di alcune malattie. Nel tempo, vennero chiamate “officinali” tutte le piante e le erbe, usate nelle officine (laboratori farmaceutici) per la realizzazione di preparazioni, infusi, decotti, oli, profumi e la loro stessa conservazione. erbe_officinali_tisanaOggi le erbe e le pianti officinali sono utilizzate per migliorare la salute e il benessere di uomini e donne grazie ai loro principi attivi; esse possono essere usate così come sono in cucina, come spezie per aromatizzare alimenti, nella preparazione di tisane, infusi e decotti, oppure lavorate con preparazioni chimiche e fisiche, come i liquori, integratori alimentari, cosmetici, prodotti d’igiene e farmaci.

Le piante officinali non sono da confondere con le piante medicinali, quest’ultime non presentano delle componenti o sostanze utilizzabili a scopo terapeutico bensì gli stessi organi delle piante (foglie, gambi e organi interni) presentano i principi attivi a scopo terapeutico.

Diverse sono anche le piante aromatiche, piante contenenti sostanze dagli odori gradevoli (aromi), ricche di oli essenziali, utilizzare per lo più in cucina, in cosmesi e igiene.

Per ogni erba o piante officinale, la parte utilizzata (foglie, semi, radici ecc…) è chiamata “droga”, ed è proprio quest’ultima che contiene il fitocomplesso (principio attivo) che conferirà al prodotto finale uno specifico effetto e/o proprietà.

Non è possibile descrivere tutte le erbe e le piante aromatiche, faremo qualche esempio:

tisana_camomilla

  • Camomilla, nota anche come Matricaria chamomilla, è una pianta particolarmente aromatica derivante dai piccoli e dorati fiori che contengono un principio attivo chiamato azulene, un mix di sostanze (per lo più acidi) come l’acido salicitico, oleico, stearico, che conferiscono la gradevole sensazione di relax e benessere. E’ famosa per le sue proprietà antifiammatorie, ed è nota per essere uno dei più efficaci rimedi calmanti sia a livello muscolare che neuologico, grazie a particolari flavonoidi (antiossidanti) presenti all’interno delle foglie.

 

Prova la nostra tisana rilassante a base di camomilla

tisana_achillea

  • Achillea, il suo nome trae origine dalla guerra di Troia, si narra infatti che il giovane Achille curasse le sue ferite utilizzando alcune parti di questa pianta. Una delle caratteristiche più importanti è la cicatrizzazione, ma viene associata spesso alla camomilla per il suo effetto mio-rilassante sulla mucosa gastrica. Ha proprietà antinfiammatorie e antispasmodiche, per cui è l’ideale per alleviare disturbi gastroenterici e dolori mestruali.

tisana_equiseto

  • Equiseto, detto anche coda cavallina ma in passato aveva la fama di “carta vetrata naturale” per la sua capacità abrasiva che artigiani e falegnami utilizzavano per levigare il legno o il metallo. Fa parte di una famiglia di piante tossiche (è l’unica di uso interno), contenenti alcaloidi e alcune tracce di nicotina, infatti l’uso “fai da te” è sconsigliato. E’ famosissima, questa pianta, per i suoi effetti diuretici, ma anche per le proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, antimicrobiche e antiossidanti.

tisana_lavanda

  • Lavanda, pianta nota a tutti, con i suoi meravigliosi fiori lilla, il suo nome letteralmente significa “che dev’essere lavato” e fa riferimento all’uso che le popolazioni antiche ne facevano per detergere il corpo. E’ una pianta dall’aroma e dall’odore molto particolare e forte, spesso viene usata per la realizzazione di bustine, sacchettini per armadi, saponi, candele profumate, ma viene usata spesso in fitoterapia, in quanto i fiori di lavanda sono ricchi in principi attivi che li rendono sedativi e calmanti per il sistema nervoso da utilizzare in caso di ansia, nervosismo, mal di testa, stress e insonnia. Ha anche un’azione balsamica sulle vie respiratorie ed è consigliato in caso di tosse, raffreddore e influenza.

tisana_zenzero

  • Zenzero, ben noto anche come Ginger, la parte utilizzata è la “radice” che in realtà ha un nome specifico, il rizoma, ricco in oli essenziali e antiossidanti; il suo sapore “piccante” si deve alla presenza di una sostanza chiamata shogaoli. Negli ultimi anni gli studiosi stanno lavorando sugli effetti che l’assunzione di questa pianta può avere sull’abbassamento del colesterolo; inoltre è stato già confermato l’effetto sull’apparato gastroenterico, come antinausea e antiemetico.

Prova la nostra tisana zenzero e limone

tisana_melissa

  • Melissa, è la pianta officinale per eccellenza, il suo nome antico è infatti Melissa officinalis, presenta numerose caratteristiche benefiche e proprietà salutistiche, il suo impiego è vario, le sue foglie fresche insaporiscono insalate, minestre, carni e i fiori essiccati vengono trasformati in decotti e infusi. Le proprietà antispasmodiche e antinfiammatorie sono le più note ma la rendono un ottimo rimedio in caso di dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza, crampi addominali e colite.

 


Esistono tantissime piante officinali, è importante però prima di farne uso, conoscerle bene, o recarsi in apposite erboristerie o erbolari, in modo da poter rispondere esattamente alle vostre esigenze.

Per i tuoi momenti di relax scopri la nostra linea di tisane e te (http://www.picard.it/categoria-prodotto/trovi-anche/).


Alla prossima con la salute e il benessere

La vostra nutrizionista preferita

(0)

-“Dove hai trovato la forza?”

-“Siamo donne tesoro, è la forza che trova noi”

Per il mese della prevenzione del tumore al seno, Picard dedica il menù della settimana a tutte le sue amiche.

Bontà di colazione

Picard ha pensato ad una gustosissima colazione che coinvolgerà tutte le donne della famiglia, dalle figlie alle nonne. La cheesecake Picard, con buonissimi e rossissimi lamponi a guarnire la pasta di formaggio e una  base croccante. Un piacere da concedersi ogni tanto e che riesce ad abbinare la bontà del dolce alla leggerezza del formaggio e della frutta.

 

 

cheesecake_picard

Pranzo con le amiche di sempre

Durante la settimana, la donna ha bisogno di incontrarsi con le amiche per un pranzo leggero, fatto di chiacchiere e sorrisi. Ecco perchè Picard ha pensato ad un pasto equilibrato ma gustoso.

 

 

 

  • n.2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

 

 

salmone_patate_fagiolini

Finger food, divano e film

Una cena alternativa, a base di stuzzichini sfiziosi e un bel film da vedere con le amiche, Picard vi propone piccoli finger food e buoni mignon che renderanno la vostra serata divertente, leggera e speciale.

 

 

 

 

 

menu_donne_prevenzione

Un “dolce” dopo cena

Cosa c’è di più bello che concludere la serata con una rilassante tisana e un gustoso dolcetto.

 

  • Torta sacher – Dolceria Alba 

 

torta_sacher


Cosa significa fare prevenzione…

“La prevenzione è l’insieme di azioni finalizzate ad impedire o ridurre il rischio, ossia la probabilità che si verifichino eventi non desiderati.”

Si può fare prevenzione su diversi livelli: ambiente, alimentazione, stile di vita, attività fisica ecc… tutto finalizzato a ridurre il rischio di sviluppare malattie o peggiorare una condizione patologica già in atto. Nel caso specifico del tumore al seno molte associazioni e istituti di ricerca hanno stilato le regole per la prevenzione, che a partire dai 20 anni dovrebbero essere seguite da tutte le donne, in particolare le donne in cui è presente un fattore genetico importante (es: mamma, nonna, sorella, zia di primo grado).

Come per molte altre malattie, anche per i tumori, lo stile di vita è essenziale, in quanto, molti fattori esterni possono influenzare positivamente e/o negativamente la funzionalità del nostro organismo. In particolare, è stato stimato che adottare sane abitudini possa evitare un cancro su tre. In particolare, per raggiungere questo traguardo importante le regole da adottare sono tre:

  • alimentazione

 

  • esercizio fisico

 

  • abitudini voluttuarie (cioè quelle abitudini che danno piacere ma sono pericolose per la salute, come il fumo o il consumo eccessivo di alcol)

 

Per mantenere un’alimentazione equilibrata non bisogna fare salti mortali, è necessario seguire la classica dieta mediterranea, dove non è importante solo la quantità dell’alimento ma anche la qualità e in particolare la varietà. Quest’ultima caratteristica è sola della dieta mediterranea, in quanto non escludendo nessun alimento garantisce l’assunzione giornaliera/settimanale e mensile di tutti gli alimenti e di conseguenza di tutti i nutrienti (semplici e complessi) come antiossidanti, vitamine, sali minerali, oligoelementi, omega 3 ecc… Nel nostro menù dedicato alle donne, troviamo molte delle sostanze utili, appena accennate: le vitamine e gli antiossidanti dei frutti di bosco, gli omega 3 del salmone, gli acidi grassi polinsaturi e i tocoferoli dell’olio extravergine d’oliva, il selenio e il potassio delle patate, la varietà di verdure della cena ci regalano vitamine, sali minerali, acqua, fibre e antiossidanti. 

Seguendo in modo adeguato uno stile alimentare di tipo mediterraneo, non è necessario incorrere in nessun tipo di integrazione esterna, in quanto ogni giorno verrà garantita l’assunzione di tutti i nutrienti. E’ importante affidarsi a professionisti del settore, che dopo un’accurata anamnesi clinico/nutrizionale realizzano un piano dietetico ad hoc rispettando le abitudini sociali, lavorative e personali (gusti, preferenze).


Continua a seguire la nostra rubrica Salute e Benessere, ogni mercoledì su www.picard.it

La vostra nutrizionista preferita vi augura “Buona prevenzione”

 

 

 

 

 

 

(0)

“…Ognuno dovrebbe trovare il tempo per sedersi e guardare la caduta delle foglie in autunno…”

Bianco,verde, arancione, rosso bordeaux…i meravigliosi colori dell’autunno. Nascondono proprietà nutrizionali importanti e benefici per la nostra salute.

Vediamo qualche esempio.

I carciofi rappresentano una vera miniera di principi nutrizionali e vantano particolari virtù terapeutiche. Il mese di giugno è considerato il periodo migliore per la coltivazione della pianta, mentre la raccolta avviene nei mesi di ottobre/novembre. Hanno pochissime calorie (100g contengono 22kcal), sono molto gustosi, e contengono molte fibre, oltre ad essere un’ottima fonte di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. Regolano il ciclo fame – sazietà, vantano un effetto diuretico e sono consigliati per risolvere i problemi di colesterolo, diabete, ipertensione arteriosa, sovrappeso e cellulite. I carciofi freschi contengono pochissime calorie, in quanto tutti i carboidrati si trovano sotto forma di un polisaccaride chiamato inulina, che non viene metabolizzata dall’organismo per produrre energia ma che ha il compito di favorire la formazione delle feci e aumentare il transito intestinale. L’importanza dell’ inulina a livello intestinale è data dall’attività che essa svolge come pro e pre-biotico, riducendo la flora batterica negativa e aumentando quella positiva, proteggendo così il nostro apparato gastroenterico.

carciofi_picard

Le brassicaceae sono ortaggi comuni e  includono: cavoli, broccoli, cavolfiore, broccoletti, rape ecc…famiglia di piante particolarmente ricca di composti che combattono le principali malattie degenerative (cardiovascolari e oncologiche).La loro importanza è data soprattutto alla presenza dei composti fenolici, forti antiossidanti,che rallentano l’invecchiamento cellulare e diminuiscono il rischio di sviluppare patologie. Il più importante gruppo di composti fenolici presenti nelle Brassicacea sono gli isotiocianati, composti aromatici contenenti zolfo, causa del particolare odore tipico che si sprigiona durante la cottura. A compensazione di questo sgradevole odore, le brassicacea hanno marcate proprietà benefiche, in particolare il sulforafano. Questo composto è il responsabile del classico odore piccantino dei broccoli e cavoli crudi, durante la cottura si perde il sapore piccante, ma l’efficacia del composto rimane, funzionando da antiossidante indiretto: non lavora direttamente sui radicali liberi, ma esalta i sistemi antiossidanti prolungando così l’azione del composto. Un’altro gruppo di antiossidanti importanti sono i flavonoidi, in particolare la quercitina, stesso meccanismo della vitamina C, ma con un’azione molto più efficace sui radicali liberi. Altri composti importanti presenti nelle brassicacea sono i carotenoidi, in particolare il beta-carotene che insieme alla forma delta e gamma nell’organismo viene convertito in vitamina A, utile per la vista, per il controllo del colesterolo LDL rallentando così il processo aterosclerotico. Inoltre sono alimenti ricchi di vitamina C, acido ascorbico, calcio, potassio e ferro.

broccoli_picard

Le verdure a foglia largavarie ed economiche, disponibili quasi tutto l’anno, nonostante le stagioni specifiche siano l’autunno e l’inverno. In questo gruppo rientrano: lattuga, cicoria, verza, spinaci, biete, radicchio ecc… Contengono la vitamina A, la vitamina C, sali minerali, fosforo, potassio, ferro e calcio. Sono facilmente digeribili, poveri in grassi e calorie e ricchissime in acqua; risultano essere diuretici e disintossicanti per l’organismo. Sono estremamente nutrienti, hanno il vantaggio di avere un bassissimo contenuto calorico ma importantissime proprietà nutrizionali; consumarle crude o poco cotte significa lasciare intatte le proprietà terapeutiche e salutari, della vitamina C, del calcio, del magnesio che rendono il nostro organismo forte e vitale. Un’importante proprietà che contraddistingue le verdure a foglia larga, è la presenza di fibra alimentare, questa di per sè non ha alcun valore energetico, ma regolarizza il transito intestinale, aumenta l’assorbimento di vitamine, in particolare del gruppo B, aumenta il transito intestinale e riduce l’assorbimento del colesterolo, riducendo la concentrazione del colesterolo cattivo. Inoltre la fibra alimentare ha un ruolo importante nel ridurre il senso di fame, poichè facilita il raggiungimento del senso di sazietà, contribuisce ad un aumentare il volume del cibo ingerito e rallenta lo svuotamento gastrico.

verza_picard

I funghi sono disponibili da settembre a fine novembre. Ne esistono di diverse specie, molte particolarmente prelibate e ricercate. Sono vegetali ipocalorici (100g di fughi contengono circa 20kcal),  il 90% del loro peso è formato da acqua e presentano diverse proprietà nutrizionali. Sono ricche in sali minerali come il potassio, il fosforo, il magnesio, il rame e il selenio, hanno una buona base di vitamine del gruppo B e sostanze antiossidanti, inoltre hanno un effetto diretto sul colesterolo proteggendo le nostre arterie. I funghi contengono lisina e triptofano, rappresentanti degli amminoacidi essenziali e quindi delle proteine. In essi vi è la presenza di vitamine del gruppo B e antiossidanti, considerati utili per la prevenzione di patologie tumorali e di malattie legate all’invecchiamento. I funghi sono utili nel contrastare le malattie cardiovascolari e per arginare accumuli di colesterolo nelle arterie. E’ importante sottolineare che fin dall’antichità i funghi erano considerati come un vero e proprio antibiotico naturale e vengono indicati nella medicina non convenzionale come un alimento da assumere durante il cambio di stagione per proteggersi dai malanni autunnali.

Funghi-picard

La zucca, ortaggio dolcissimo e gustoso, contrariamente a quanto si possa pensare,  è un alleato delle diete ipocaloriche e della nostra salute. Oltre alla numerose proprietà nutrizionali importanti, la zucca viene usata spesso in ambito erboristico, fitoterapico e cosmetico. Da un punto di vista nutrizionale la zucca contiene 18kcal per 100g di prodotto, ciò è dovuto all’ingente quantità di acqua in essa presente, stimata finanche al 95%. E’ un alimento prettamente zuccherino, povero di proteine e di grassi. Essendo arancione, la zucca è una miniera di carotenoidi, pro-vitamina A, è ricca di minerali tra cui il fosforo, il ferro, il magnesio e il potassio, ottima fonte di Vitamina C, acido folico e vitamine del gruppo B. Della zucca, molto importanti e genuini sono i semi, ricchi di composti antiossidanti e di acidi grassi, per lo più acidi grassi insaturi (acido oleico e linoleico), questi acidi insieme alle vitamine e ai carotenoidi, agiscono sull’abbassamento del colesterolo nel sangue, inoltre i semi sono ricchi di fibre, favoriscono la funzionalità intestinale ed enterica.                                              zucca


L’autunno è la mia stagione preferita, i colori caldi, l’odore di terra bagnata, il fruscio delle foglie cadute, la speranza della rinascita. E’ un mese misterioso e ma bello. Ed è bella la natura, è bello il paesaggio, sono belle e ricche le nostre campagne e i nostri orti, fermatevi ad osservare l’autunno, mi darete ragione.

Al prossimo appuntamento con la salute.

La vostra nutrizionista preferita.

(0)