Amiamo il riso nero, ecco perchè Picard ha pensato di dedicare la ricetta di questa settimana a questo buonissimo e ricercatissimo cereale. Il suo sapore è particolare e per questo è molto versatile: può essere abbinato sia alla carne che al pesce e può essere consumato sia freddo che caldo.

Con l’arrivo della bella stagione le insalate e i piatti freddi sono l’ideale per gustare un pranzo sano e nutriente durante una scampagnata in famiglia o in terrazzo con gli amici.

shutterstock_263790134

Scopriamola insieme

Ingredienti per 4 persone:

-250g di riso venere

-250g di salmone affumicato – Alta marea

-300g di avocado a cubetti – Picard

-1/2 limone

-1 lime

-1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

-un pizzico di peperoncino piccante

basilico – Sup’Herb 

-olio extravergine d’oliva

-sale

articolo-picard-img

Procedimento:

Pulire i cipollotti e tagliarli a rondelle. Lavare bene il lime e grattugiare la buccia finemente. In una ciotola spremere il lime e il mezzo limone, aggiungere la buccia del lime, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, lo zenzero in polvere, un pizzico di sale e un pizzico di peperoncino.

Bollire il riso venere in abbondante acqua, seguendo bene le istruzioni sulla confezione: il riso venere ha un tempo di cottura molto più lunga del riso normale, fare molta attenzione.

Scolare e raffreddare il riso, successivamente condirlo con il misto di olio e succo di limone, aggiungere i cubetti di avocado e impiattare aggiungendo il basilico.

Accanto ad ogni porzione di riso e avocado, adagiare le fette di salmone, un filo di olio extravergine a crudo e servire.


Il riso Venere, integrale e dal chicco nero ebano, è una varietà di riso dalle caratteristiche nutritive che lo rendono assolutamente unico. Dall’aroma intenso, che diventa ancora più forte con la cottura e ricorda il profumo del pane appena sfornato, i suoi piccoli chicchi sono una miniera di principi attivi benefici per il nostro organismo.

riso-venere-01-690x430

Scopriamo insieme le caratteristiche di questo chicco fantastico:

100g di riso nero contengono 377kcal;

-Ha un contenuto di ferro quattro volte superiore al riso comune;

-Il suo colore nero lo rende ricco di antocianine, antiossidanti utili per rallentare l’invecchiamento cellulare;

-Il contenuto di carboidrati complessi non altera la glicemia, per cui può essere consumato in tranquillità dai diabetici;

-E’ ricco di amminoacidi essenziali, in particolare la lisina, generalmente carente nelle altre tipologie di riso;

-Ha un buon contenuto di acidi grassi essenziali, in particolare l’acido linoleico;

-E’ ricco di minerali come il calcio, il selenio, lo zinco, il magnesio e il ferro, ed ha un contenuto basso di sodio;

-Essendo un prodotto integrale è ricco di fibre vegetali;

Non contiene glutine e perciò può essere consumato anche dagli intolleranti al glutine.


Il riso nero è un’ottima alternativa al riso brillato, alla pasta o al pane; provate a consumarlo un paio di volte al mese sperimentando nuove ricette con altri ingredienti es: cubetti di petto di pollo e peperoni, asparagi e gamberetti, cubetti di zucchine, verdure miste.

Aspettiamo le vostre ricette.

Alla prossima

La vostra nutrizionista preferita

(0)
torta,lamponi,frutti rossi

Il consumo giornaliero di frutta e verdura è indispensabile per poter garantire l’assunzione di sostanze importanti come fibre, vitamine e acqua. Studi recenti però hanno dimostrato che all’interno di prodotti vegetali sono presenti anche delle sostanze chiamate: phytochemicals (termine anglosassone che indica le fitoalassine, sostanze di origine vegetale prodotte per difendersi dai parassiti) in particolare polifenoli e flavonoidi, chiamati antiossidanti. Queste sostanze donano alla frutta e alla verdura colori vivaci e invitanti e sono fondamentali per la nostra salute, perché svolgono un’azione protettiva sulle cellule e di conseguenza su diversi sistemi e apparati del nostro organismo.

Ciascun frutto e/o ortaggio ha una sua composizione caratteristica, perciò soltanto mangiandone differenti tipi si riesce a fornire al nostro organismo un insieme di sostanze in grado di soddisfare tutte le necessità.

rusya-4-ton-nar-ve-20-ton-domatesi-turkiye-ye-7886251_x_o

Per dare al nostro organismo la giusta protezione è consigliabile il consumo di 5 porzioni tra frutta e verdura, così suddivise: 3 di frutta e 2 di verdura; con questa abitudine e con uno stile di vita attivo si riesce a mantenere un benessere globale, riducendo di un terzo il rischio di tumori e malattie cardiovascolari. Altri vantaggi di frutta e verdura sono:

  • un basso carico calorico
  • introdurre tanta acqua, l’ ingrediente più importante per il nostro oreganismo
  • l’ elevata presenza di fibra vegetale

I colori della frutta e della verdura possono essere raggruppati in 5 gruppi: rosso, verde, bianco, giallo/arancio e blu/viola. Ogni colore corrisponde a sostanze specifiche ad azione protettiva, per cui solo variando nell’arco della giornata il consumo di frutta e verdura potremmo coprire tutti i fabbisogni dell’organismo.

ROSSO

main01

I frutti dal colore rosso (chiaro o scuro), racchiudono proprietà importantissime per le nostre cellule, sono infatti una miniera di antiossidanti, vitamine e sali minerali, con il vantaggio di essere a basso contenuto calorico.

I principi attivi comuni: bioflavonoidi, antociani, tannini, xantoni, stilbeni e la vitamina C.

Il colore rivela la presenza di alcune classi di principi attivi molto particolari le antocianine, appartenenti alla famiglia dei bioflavonoidi e che hanno diversi effetti sulla salute:

  • Azione antiossidante: la presenza dei principi attivi protegge le cellule dai danni dei radicali liberi
  • Protezione cardiovascolare: la presenza di bioflavonoidi e antocianine migliora il funzionamento dell’apparato cardiovascolare proteggendo le cellule da eventuali fattori di rischio (es: formazione delle placche aterosclerotiche)
  • Azione antinfiammatoria: la presenza di bioflavonoidi modula e migliora la risposta immunitaria
  • Azione antinvecchiamento: rallentamento dell’invecchiamento cellulare
  • Azione antitumorale: molecole come le antocianine svolgono un ruolo importante come antitumorali.

La fragola, capostipite dei frutti rossi, buona, nutriente, rinfrescante, colorata e ricca di antiossidanti. Contiene tantissima vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli, e la produzione di collagene; sono ricche di vitamina A, B1, B2, sali minerali come ferro, magnesio e potassio, e di antocianine, sostanze fortemente antiossidanti, antinfiammatorie e anti radicali liberi e quindi anche antitumorali. Le fragole contengono anche xilitolo che protegge i denti perché combatte l’attacco delle sostanze acide ed è antibatterico. Mangiare fragole significa migliorare l’umore perché aumentano la serotonina, significa migliorare l’aspetto della pelle perché anche dall’esterno la polpa nutre e distende il viso. Inoltre, grazie al loro contenuto di acido folico, sono utili per il mantenimento della memoria.

Fragole – Frutta e sapori

images_Foto_Articoli_alimentazione_frutta_verdura_fragole

 

I lamponi, grazie al loro contenuto di vitamina C, sono noti per le loro proprietà antinfiammatorie delle vie respiratorie. Solo ultimamente, grazie a recenti studi scientifici, sono venute alla luce le proprietà antitumorali di questo squisito frutto. Pare infatti che una sostanza in esso contenuta, l’acido ellagico, sia un potente antiossidante con la proprietà di inibire l’alimentazione delle cellule tumorali. Il lampone è un frutto diuretico, depurativo dell’organismo, rinfrescante, contribuisce a rafforzare le difese immunitarie ed è anche energetico. I lamponi sono ricchi di fibra alimentare che rallenta il processo digestivo aumentando la sensazione di sazietà e di manganese. Il consumo regolare di lamponi e di frutti rossi riduce l’assorbimento del colesterolo cattivo, prevenendo malattie cardiovascolari.

Lasciati tentare dalla nostra buonissima – Torta ai lamponi – Picard, un dessert dal sapore di primavera, con lamponi interi, friabile pastafrolla e una deliziosa glassa. Fai il pieno di antiossidanti e vitamine, è ottima per una colazione sfiziosa la domenica mattina, un modo buono e simpatico per far apprezzare la frutta ai più piccoli.

TNcrost-ai-lamponi.max

 

Le ciliegie sono un frutto ricco di vitamine. Contengono vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B. Sono inoltre una fonte da non sottovalutare di sali minerali, come ferro, calcio, magnesio, potassio e zolfo. Presentano inoltre oligoelementi importanti, con particolare riferimento a rame, zinco, manganese e cobalto. Le ciliegie contengono melatonina naturale, una sostanza che favorisce il sonno, e sono una fonte di antiossidanti. Hanno importanti proprietà depurative, remineralizzanti, energetiche e diuretiche. Il loro consumo è particolarmente indicato in caso di stress e spossatezza.

ciliegie-ricette

Prova la novità assoluta di Picard, le Ciliegie Nere denocciolate, gustose ciliegie denocciolate; la surgelazione favorisce il mantenimento delle sostanze nutritive riducendo la degradazione del prodotto.

Il colore rosso è presente anche in molti altri frutti e ortaggi es: il pomodoro, il peperoncino, il peperone, il ribes ecc…caratterizzati tutti dalla presenza di antocianine, licopene, vitamina C, vitamina A, ferro, fibra e acqua. Ognuno di essi avrà poi delle specifiche proprietà benefiche e salutistiche.

Approfittate della stagione calda per poter arricchire il vostro organismo di salute.


Alla prossima con i colori del benessere

La vostra nutrizionista preferita

 

 

 

(0)
pollo, petto di pollo, spinacine

Ben tornati amici del benessere.

Mamme, i vostri bambini non consumano le verdure, Picard vi trova la soluzione proponendo una ricetta gustosa che farà impazzire tutta la famiglia: le cotolette di pollo e spinaci.

shutterstock_145926719

 

Ingredienti per 6 cotolette:

Spinacine (4)

 

Procedimento

Scongelare le fettine di petto di pollo in frigorifero per almeno 8h. Quando si saranno scongelate completamente, tagliare a pezzettoni e tritarle finemente con il mixer.

Versare gli spinaci ancora surgelati in una padella con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e un poco d’ acqua, farli cuocere a fuoco lento con il coperchio per 5/8 min. Scolare e asciugare assicurandosi che non rimanga acqua, devono essere ben asciutti e tritare finemente nel mixer.

In una terrina mettere un uovo, il parmigiano, il pollo e gli spinaci tritati, il sale e il basilico (sminuzzato), amalgamare tutti gli ingredienti fino a farlo diventare un composto unico, se dovesse risultare troppo liquido aggiungere due cucchiai di pan grattato.

Prendere un po’ di impasto e su una teglia con la carta da forno formare dei dischi di almeno 3 cm di spessore, passare l’impasto prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Far riposare in frigo le cotolette per circa 30 minuti.

In un forno già caldo, cuocere le cotolette per 20 minuti a 220°.

Servire le cotolette di pollo e spinaci con un contorno di verdure e patate.

Per rendere ancora più sfiziosa la vostra ricetta è possibile aggiungere cubetti di formaggio (es: mozzarella, scamorza, provola) nell’impasto e servire le cotolettine con un buon contorno di patatine.

 

 


Il petto di pollo è un alimento estremamente versatile; costituisce una pietanza di larghissimo consumo, da preparare mediante l’utilizzo di vari metodi di cottura: alla piastra, in padella (con o senza olio), alla brace, al forno, bollito, al vapore ecc. E’ un alimento di origine animale altamente proteico, povero di grassi e privo di carboidrati; proprio in virtù di queste caratteristiche, il petto di pollo è uno degli alimenti più utilizzati nelle diete finalizzate al dimagrimento. Il petto di pollo apporta anche un discreto quantitativo di vitamine; tra queste spiccano in particolar modo niacina, vit. B6 e B12; non mancano anche vit. B1,vit. B2 e B5.

Notevoli sono anche i quantitativi di sali minerali tipici delle carni, quindi ferro (Fe – tipo eme), fosforo (P) e zinco (Zn); non mancano piccole dosi di selenio (Se).

Come tutte le carni, il pollo, se non ben conservato può essere un substrato ideale per la proliferazione batterica, con rischi elevati di contaminazione e tossinfezioni alimentari. E’ importante quindi acquistare un prodotto controllato igienicamente in tutta la filiera alimentare (dalla nascita alla macellazione), con molta attenzione alla conservazione (sia industriale sia casalinga). Un’ ottima soluzione potrebbe essere la surgelazione del prodotto o comunque l’acquisto di un prodotto surgelato, in quanto la formazione dei microcristalli di ghiaccio inibisce la crescita microbica, bloccando quindi la contaminazione batterica. Le moderne tecniche di surgelazione fanno in modo di conservare la stragrande maggioranza delle sostanze nutritive in modo igienico e senza rischi. E’ noto che la surgelazione del prodotto è in grado di ridurre il 90% dei microrganismi patogeni per l’uomo senza però intaccare le caratteristiche nutrizionali.

shutterstock_252799621

E’ importante sapere come conservare al meglio il prodotto in casa, spesso le contaminazioni più gravi sono dovute ad una non adeguata manipolazione degli alimenti con rischio di tossinfezioni alimentari. Qualche piccolo accorgimento:

  • Non scongelare il pollo sotto l’acqua calda.
  • Non ricongelare un prodotto surgelato. Dopo la scongelazione va consumato previa cottura.
  • Non utilizzare utensili da cucina uguali per carne e pesce.
  • Mantenere il frigo e il congelatore puliti.
  • Non manipolare gli alimenti con mani sporche.
  • Fare sempre attenzione alla data di scadenza (anche e soprattutto dei prodotti freschi)

hamburger-di-pollo-step-2


Alla prossima settimana con la salute e il benessere

La vostra nutrizionista preferita

 

 

 

 

(0)