rosette ricotta spinaci

Preparare la besciamella: in una casseruola far sciogliere 40 gr. di burro e mescolare per 1 minuto con la frusta aggiungendo 40 gr. di farina. Unire il latte freddo (tolto dal frigorifero qualche minuto prima), la noce moscata grattugiata, regolare di sale e continuare a mescolare su fiamma bassa fino a che la salsa diventa uniforme e senza grumi. Sarà pronta in 5/7 minuti circa. Velare il fondo di una pirofila con della salsa, adagiare le rosette e coprire con uno strato di besciamella. Porre in forno a 180 gradi per 40 minuti. Pulire e tagliare a rondelle le carote e farle rosolare per qualche minuto a fuoco medio, unire un po’ di acqua bollente e proseguire la cottura a tegame coperto per circa 15 minuti. A fine cottura aggiungere l’erba cipollina tritata e regolare di sale. Pulire gli asparagi, legarli insieme e quando l’acqua bolle mettere il mazzo nella pentola, le punte devono restare fuori dall’acqua. Cuocere per 8 minuti circa, scolare dall’acqua e porli su un piatto. Condire con un filo di olio, sale e pepe rosa. Tritare le noci. 

Mettere in un piatto tre rosette accompagnando con gli asparagi e le carote al profumo di erba cipollina. Decorare con noci tritate, fili di erba cipollina e pepe rosa.

cannelloni-carne-funghi

Preparare la besciamella: in una casseruola far sciogliere 40 gr. di burro e mescolare per 1 minuto con la frusta aggiungendo 40 gr di farina. Unire il latte freddo (tolto dal frigorifero qualche minuto prima), la noce moscata grattugiata, regolare di sale e continuare a mescolare su fiamma bassa fino a che la salsa diventa uniforme e senza grumi. Sarà pronta in 5/7 minuti circa.

Velare il fondo di una pirofila con della salsa, adagiare i cannelloni e coprire con uno strato di besciamella. Porre in forno a 180 gradi per 40 minuti.

Pulire i funghi sotto l’acqua corrente per eliminare il residuo terroso e tagliarli a pezzetti di media grandezza.

In un tegame lasciare fondere il burro con due cucchiai d’olio, fare dorare lo spicchio d’aglio sbucciato e il rosmarino.

Eliminare l’aglio e il rosmarino, aggiungere i funghi e fare evaporare la loro acqua a fiamma vivace, ridurre il fuoco e cuocere per 8 minuti.

Unire le castagne spezzettate grossolanamente e cuocere per altri 2 minuti. 

Mettere in un piatto tre cannelloni accompagnando con il condimento al profumo di rosmarino. Decorare con qualche ago di rosmarino e pepe di mulinello.

Mettere a bollire l’acqua per cuocere i ravioli. Tagliare a julienne la carota e la zucchina. In una padella soffriggere con l’olio la cipolla tagliata finissima. Aggiungere le verdure, brasare leggermente e regolare di sale e pepe. Sciogliere lo zafferano in un bicchiere di panna e aggiungerlo alle verdure con una spruzzata di limone.

Stendere la salsa sul fondo del piatto e adagiarvi i ravioli. Decorare con una spolverata di grana grattugiato, scorzette di limone e qualche goccia di aceto balsamico.

Prepara la marinatura: ricava delle scorze dalla buccia del limone e uniscile in un piatto fondo a salvia e rosmarino, a 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva e al succo di limone.

Sciacqua le trance di pesce spada ancora surgelate sotto un filo di acqua corrente fredda, asciugale e riponile in una pirofila. Aggiungi la marinatura e riponile in frigorifero.

Trascorse 2 ore, estrai le trance dal frigorifero.

Rosola in una padella antiaderente i pinoli con il restante cucchiaio di olio extravergine; quando saranno leggermente dorati, scolali etienili da parte avendo cura che restino al caldo. Posiziona le trance sgocciolate nella medesima padella, e rosolale a fuoco alto da entrambe i lati. Bagnale con la marinata e lasciala evaporare a fuoco medio per 5 minuti.

Contemporaneamente, in un’altra padella antiaderente, rinvieni la padellata mediterranea ancora surgelata con un filo d’olio extravergine d’oliva per 7 minuti a fuoco medio, avendo cura di mescolarla regolarmente. Al termine della cottura delle trance di pesce spada, aggiungi i pinoli e servi con la padellata.

 

Cuocere le patate e lessare i piselli. In un tegame brasare il porro con un filo di olio regolando di sale e pepe. Tagliare a julienne la carota e la zucchina. Mettere il tutto  in una casseruola con l’olio e cuocere fino a renderle croccanti. Unire nel bicchiere del minipimer le patate, il porro, il basilico un po’ di latte e mixare. Passare al colino per ottenere una salsa fluida e liscia ponendola con i piselli in un tegame capiente. Cuocere i tortellini, scolarli al dente ed unirli alla salsa. Saltarli per poco tempo mescolando delicatamente.

Stendere un velo di salsa sul fondo del piatto e adagiarvi i tortellini. Decorare con le verdure croccanti, foglioline di basilico e il timo fresco.

Prima di tutto scongelate gli anelli di calamaro passandoli qualche minuto sotto l’acqua fredda.
Versate in una ciotola il pangrattato e unite la paprika dolce e un cucchiaino di sale. Dopo di che mescolate gli anelli di calamaro con la miscela ottenuta.
Trasferite gli anelli di calamaro in un setaccio e scuotete il setaccio per eliminare la panatura in eccesso. Dopo aver eliminato la panatura in eccesso adagiate gli anelli di calamaro in una teglia foderata da carta da forno e unta con l’olio.
Prima di infornare versate un filo d’olio. Cuocete in forno preriscaldato per 25 minuti a 180°.
Una volta terminata la cottura i vostri anelli di calamari al forno saranno pronti per essere portati in tavola e gustati ben caldi.

In una padella antiaderente scalda l’olio e aggiungi l’aglio e il basilico; dopo pochi istanti aggiungi le code di mazzancolle ancora surgelate e sciacquate sotto un filo di acqua corrente.
Irrora con il Brandy, fiammeggia e lascia evaporare il composto per un minuto.

Aggiungi la passata di pomodoro e prosegui la cottura a fuoco basso per 4 minuti.

A cottura ultimata, spolverizza le code

Mettere l’acqua a bollire e cuocere i ravioli. Lavare e tagliare le arance al vivo e sminuzzarle, conservare qualche buccia per decorare. Lavare il basilico. Unire nel bicchiere del minipimer le arance, il basilico, i capperi, le mandorle, l’olio e mixare un po’ per ottenere un condimento corposo con una marcata struttura. In una capiente terrina versare la salsa e condire i ravioli scolati.

Velare con pochissima salsa il fondo del piatto e cospargere con delle mandorle tritate. Adagiare i ravioli e condire con il resto della salsa. Decorare con una spolverata di grana grattugiato, foglioline di basilico fresco e qualche julienne di scorza d’arancia.

Cuocere le fave da congelate in padella con lo speck tagliato a striscioline e sfumare con il vino bianco. In un’altra padella rendere croccante qualche fettina di speck. Imbiondire la cipolla tritata avendo cura di non bruciarla. Tagliare delle fettine sottili di ananas e passare velocemente in padella per caramellare.

PRESENTAZIONE:

In un piatto stendere una o due fettine di ananas, la cipolla stufata e adagiarvi le fave. Finire con una quenelle di caprino, qualche strisciolina di speck croccante e menta tritata grossolanamente.

Porzioni: 4

Mescolare energicamente un po’ di olio con il peperoncino e lasciare riposare. Pulire le cappesante togliendo il corallo (la parte rossa) dalla noce (la parte bianca), lavare e detergere leggermente con delicatezza. Saltare in padella molto velocemente e ricavare delle fettine spesse circa mezzo cm tagliando la polpa dall’alto verso il basso usando un coltello molto affilato e senza seghetto. Preparare le scaglie di grana e sminuzzare l’erba cipollina in modo casuale.

PRESENTAZIONE:

Con l’aiuto di un coppapasta ricavare un piccolo cerchio grattugiandovi la buccia del limone. Mettere al centro un mazzetto “in piedi” di fili di erba cipollina legati insieme. Adagiare le fettine di cappesante accanto al limone e condire con scaglie di parmigiano, erba cipollina sminuzzata, olio al peperoncino, olio evo, sale e pepe.

SCONGELAMENTO:

Scongelare in frigorifero per circa 4-5 ore mettendo le cappesante su una griglia in modo da tenere la polpa lontana dal liquido di scongelamento: quando saranno tenere, ma ancora sode, procedere alla cottura. Tempo indicativo circa 4-5 ore.

Porzioni: 4

Cuocere per 4/5 minuti per parte l’hamburger ancora surgelato in una padella antiaderente. Nel frattempo preparare la salsa con la senape, il miele, l’aceto, il sale e il pepe bianco. Scongelare leggermente i carciofi per tagliarli a fettine sottili e saltarli velocemente in padella con un filo d’olio, regolare di sale e pepe. Ridurre a striscioline l’insalata iceberg e lasciar scongelare le zucchine grigliate per 10 minuti circa.

PRESENTAZIONE:

Tagliare il panino e dorarlo sotto al grill per 2 minuti.

Ordine per farcire:

La base del panino, la salsa di senape, le zucchine, l’hamburger di soia, i carciofi, insalata iceberg, rucola, ancora salsa di senape e la parte superiore del panino. Servire con ciotolina di salsa alla senape.

Porzioni: 4

Spiedino-tonno-salmone-mazzancolle

Marinare il salmone e il tonno già scongelati e lasciare riposare per un paio d’ore. Emulsionare in una terrina la panna, la senape, sale e pepe per ottenere la salsa. Tagliare finemente il sedano e i pomodorini a spicchi. Tostare leggermente il sesamo. Cuocere le mazzancolle già scongelate velocemente in padella con poco olio. Scolare dalla marinatura il tonno e il salmone e cuocere in un tegame caldo per pochi minuti da entrambi i lati.

PRESENTAZIONE:

Tagliare a cubi il tonno e il salmone e adagiarli su un piatto avvicinandoli come se fosse uno spiedino e chiudere le estremità con le mazzancolle. Servire con la verdura mista, condire con la salsa alla senape, il sesamo e decorare con il basilico spezzettato grossolanamente con le mani.

SCONGELAMENTO:

– Lasciar scongelare il Salmone in frigorifero per 8 ore circa.

Lasciar scongelare il tonno in frigorifero per circa 5 ore.

Porzioni: 4

Crepes-frutti-di-bosco

Fare la crema chantilly montando la panna con tutti gli ingredienti. Ridurre a polvere gli amaretti. Tritare le mandorle dopo averle tostate.

Lavare velocemente i frutti di bosco sotto acqua corrente fredda e farli saltare rapidamente in padella.

PRESENTAZIONE:

Farcire la crepe scongelata con la crema chantilly, chiuderla per ottenere un semicerchio e ripiegarla ancora per formare un triangolo. Adagiarla sul fondo di un piatto e aggiungere ancora crema chantilly. Decorare con la polvere di amaretti, le mandorle, qualche frutto di bosco e completare con foglioline di menta.

SUGGERIMENTO:

I frutti di bosco devono essere passati in padella per poco tempo affinchè il frutto rimanga integro.

SCONGELAMENTO:

Per le crepes vedere le istruzioni sul retro della confezione.

Porzioni: 4

Linguine con mariscata. Scopri di più su Picard.it

Cuocere i broccoli ancora surgelati in acqua e sale. Insaporire la mariscata scongelata in padella con olio e aglio: aggiungere le linguine precedentemente cotte, l’acqua di cottura della pasta, lo zafferano e regolare di sale e pepe. Terminare la cottura.

PRESENTAZIONE:

Adagiare le linguine sul fondo del piatto creando con dei coppapasta tre cerchi di diverse dimensioni, aggiungere i frutti di mare e i crostacei e decorare con i broccoli. A piacere far saltare i broccoli in padella con olio e peperoncino.

SCONGELAMENTO:

– Per la Mariscata lasciare tutta la confezione sigillata in acqua fredda per circa 1 ora o in forno a microonde per 20 minuti con il programma defrost. Sciacquare velocemente sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali pezzettini di guscio.

Porzioni: 4

fritto-misto-olive-all'ascolana

Mettere nel bicchiere del mixer la menta, il succo di limone, il peperoncino, lo zucchero, lo zenzero e tritare il tutto. In una terrina mescolare bene lo yogurt al trito così ottenuto. Preparare la pastella mescolando gli ingredienti e lasciare riposare. Scaldare l’olio a 180°, asciugare molto bene gli anelli e ciuffi di calamaro e i gamberi e passarli nella farina, immergerli nella pastella e friggere fino a doratura. Porre su carta assorbente. Friggere in abbondante olio bollente le olive ancora surgelate.

PRESENTAZIONE:

Adagiare la frittura in una ciotola e mettere in piccoli contenitori la salsa allo yogurt e la salsa di soia. Presentare l’aperisfizio unendo il tutto su un piatto con le olive all’ascolana e decorando con prezzemolo e aneto.

SUGGERIMENTO:

Per avere un fritto leggero e croccante si raccomanda di mantenere la temperatura dell’olio ben calda e di usare la pastella quando è ancora molto fredda.

SCONGELAMENTO:

– Per il Misto di pesce mettere la confezione ancora sigillata sotto l’ acqua fredda per mezz’ora circa e sciacquare sotto l’acqua corrente.

Porzioni: 4