Da più di 30 anni Picard ha scelto la tecnologia della surgelazione per offrire prodotti di alta qualità, in grado di semplificare la vita quotidiana e favorire un’alimentazione varia ed equilibrata senza rinunciare al gusto: grazie alla surgelazione infatti, i prodotti possono essere conservati naturalmente, senza aggiunta di conservanti, e mantenere intatte le loro caratteristiche originali.La tecnica della surgelazione ha origini molto antiche, ma fu nel 1920 che il ricercatore Clarence Birdseye, osservando gli eschimesi, intuì l’importanza di questa modalità di conservazione e inventò la prima macchina per la surgelazione.Oggi, la surgelazione è un sistema industriale di congelazione ultra rapida, attraverso la quale il prodotto raggiunge velocemente la temperatura di -18°C. A differenza della congelazione domestica, che avviene tra i -7°C e i -12°C e crea negli alimenti grossi cristalli di ghiaccio, tale rapidità di raffreddamento preserva in maniera pressoché perfetta la freschezza, l’aspetto, il gusto e le qualità nutrizionali originali del prodotto.I surgelati Picard vantano una reale “garanzia di freschezza”: passano infatti solo poche ore dal momento in cui il prodotto viene raccolto, pescato o preparato a quello in cui viene surgelato.In questo modo il surgelato Picard è buono e genuino, perché la sua qualità è mantenuta e i suoi principi nutritivi sono mantenuti intatti grazie al freddo, unico elemento utilizzato per la conservazione. 

La tecnologia della surgelazione, infatti, non ha bisogno di conservanti aggiunti.

Il rispetto della catena del freddo

Dal surgelamento fino al momento dell’acquisto, i prodotti Picard sono tenuti costantemente ad una temperatura minima di – 20 ° C. Le fasi di surgelazione, imballaggio, stoccaggio e trasporto sono sempre sotto controllo: questa è l’esperienza Picard.Per garantire la massima sicurezza in tutti i punti vendita è applicato il sistema HACCP, garante del rispetto della catena del freddo. La temperatura dei banconi e delle celle viene misurata più volte al giorno, e tutte le celle di stoccaggio dei negozi sono dotate di allarmi. Una speciale spia luminosa segnala l’abbassamento della temperatura del singolo banco e nel caso mancasse la corrente ad un numero maggiore di 6 banconi, un allarme sonoro segnalerebbe il guasto per poter provvedere immediatamente alla sostituzione.