Amiamo il riso nero, ecco perchè Picard ha pensato di dedicare la ricetta di questa settimana a questo buonissimo e ricercatissimo cereale. Il suo sapore è particolare e per questo è molto versatile: può essere abbinato sia alla carne che al pesce e può essere consumato sia freddo che caldo.

Con l’arrivo della bella stagione le insalate e i piatti freddi sono l’ideale per gustare un pranzo sano e nutriente durante una scampagnata in famiglia o in terrazzo con gli amici.

shutterstock_263790134

Scopriamola insieme

Ingredienti per 4 persone:

-250g di riso venere

-250g di salmone affumicato – Alta marea

-300g di avocado a cubetti – Picard

-1/2 limone

-1 lime

-1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

-un pizzico di peperoncino piccante

basilico – Sup’Herb 

-olio extravergine d’oliva

-sale

articolo-picard-img

Procedimento:

Pulire i cipollotti e tagliarli a rondelle. Lavare bene il lime e grattugiare la buccia finemente. In una ciotola spremere il lime e il mezzo limone, aggiungere la buccia del lime, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, lo zenzero in polvere, un pizzico di sale e un pizzico di peperoncino.

Bollire il riso venere in abbondante acqua, seguendo bene le istruzioni sulla confezione: il riso venere ha un tempo di cottura molto più lunga del riso normale, fare molta attenzione.

Scolare e raffreddare il riso, successivamente condirlo con il misto di olio e succo di limone, aggiungere i cubetti di avocado e impiattare aggiungendo il basilico.

Accanto ad ogni porzione di riso e avocado, adagiare le fette di salmone, un filo di olio extravergine a crudo e servire.


Il riso Venere, integrale e dal chicco nero ebano, è una varietà di riso dalle caratteristiche nutritive che lo rendono assolutamente unico. Dall’aroma intenso, che diventa ancora più forte con la cottura e ricorda il profumo del pane appena sfornato, i suoi piccoli chicchi sono una miniera di principi attivi benefici per il nostro organismo.

riso-venere-01-690x430

Scopriamo insieme le caratteristiche di questo chicco fantastico:

100g di riso nero contengono 377kcal;

-Ha un contenuto di ferro quattro volte superiore al riso comune;

-Il suo colore nero lo rende ricco di antocianine, antiossidanti utili per rallentare l’invecchiamento cellulare;

-Il contenuto di carboidrati complessi non altera la glicemia, per cui può essere consumato in tranquillità dai diabetici;

-E’ ricco di amminoacidi essenziali, in particolare la lisina, generalmente carente nelle altre tipologie di riso;

-Ha un buon contenuto di acidi grassi essenziali, in particolare l’acido linoleico;

-E’ ricco di minerali come il calcio, il selenio, lo zinco, il magnesio e il ferro, ed ha un contenuto basso di sodio;

-Essendo un prodotto integrale è ricco di fibre vegetali;

Non contiene glutine e perciò può essere consumato anche dagli intolleranti al glutine.


Il riso nero è un’ottima alternativa al riso brillato, alla pasta o al pane; provate a consumarlo un paio di volte al mese sperimentando nuove ricette con altri ingredienti es: cubetti di petto di pollo e peperoni, asparagi e gamberetti, cubetti di zucchine, verdure miste.

Aspettiamo le vostre ricette.

Alla prossima

La vostra nutrizionista preferita

(0)
Riso-nero-asparagi-gamberetti

La fine dell’estate è alle porte, ma il sapore e i profumi del mare non vogliamo proprio abbandonarli, ecco perchè Picard ha pensato di proporvi una ricetta fresca che vi immergerà in un mix di stagioni, l’estate e l’autunno:

Riso nero con punte di asparagi e gamberetti

Ingredienti per 4 persone:

  • Riso nero: 320g
  • Asparagi: 500g
  • Gamberetti: 250g
  • Scalogno: 1
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Un bicchiere di vino bianco
  • Un dado vegetale
  • Sale q.b.
  • Pepe bianco

Procedimento

Far bollire gli asparagi per 5 min, tagliateli a pezzetti, nel mentre affettare in maniera sottile lo scalogno e lasciarlo soffriggere in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e acqua, poi aggiungere una parte degli asparagi (tenere da parte le punte degli asparagi e  i gamberetti e per guarnire il risotto alla fine), con un mini pimer frullare lo scalogno e gli asparagi.

Aggiungere il riso nero, lasciarlo tostare e sfumare con un bicchiere di vino bianco, nel mentre sciogliere il dado vegetale in acqua e aggiungerlo al riso, fino a coprirlo tutto e continuare la cottura aggiungendo il brodo man mano che viene assorbito.

In una padella far saltare insieme le punte di asparagi e i gamberetti, per circa 5 min, con un pizzico di pepe nero e un cucchiaio di olio. Aggiungere al risotto le punte di asparagi e i gamberetti, spegnere la fiamma e lasciare riposare per qualche minuto.

Impiattare il risotto e guarnirlo con qualche punta di asparagi e qualche gamberetto e servire il risotto.


Gli asparagi

Asparagi

Gli asparagi sono un ortaggi teneri e succulenti, estremamente ricchi di proprietà benefiche. Essi rappresentano una varietà perenne, la loro massima produzione avviene tra l’Italia, la Francia e la Germania.

Gli asparagi sono uno scrigno di nutrienti benefici, tra i quali possiamo trovare fibre vegetali, acido folico, e vitamine con particolare riferimento alla vitamina A, vitamina C e alla vitamina E. Presentano inoltre un interessante contenuto di sali minerali, tra i quali troviamo il cromo, minerale importante perchè permette di migliorare la capacità dell’ insulina di trasportare il glucosio dal flusso sanguigno fino alle nostre cellule. A tal proposito, studi scientifici hanno indicato gli asparagi come un alimento ad alta attività protettiva e preventiva nei confronti del diabete di tipo II. Contiene ottime quantità di potassio che regola la pressione sanguigna e previene dalle malattie cardiovascolari.

Altra importante proprietà degli asparagi è quella di contenere una sostanza depurativa chiamata glutatione, quest’ultimo migliora la capacità di liberare le cellule dalle sostanze dannose e componenti cancerogeni, oltre che dai radicali liberi. Ecco perchè il suo consumo potrebbe essere considerato utile per la prevenzione di alcune forme di tumori con riferimento in particolare al cancro alle ossa, al colon, alla laringe ed ai polmoni. Inoltre gli asparagi sono ricchissimi in antiossidanti, una caratteristica che li rende tra i vegetali maggiormente utili a contrastare i segni dell’invecchiamento cellulare.

Il consumo di asparagi presenta effetti protettivi anche nei confronti del nostro sistema neurologico, infatti contrasta il declino cognitivo, proteggendo le cellule dall’invecchiamento. L’accoppiamento Vit.b12 e acido folico, pare abbia un effetto diretto sulle cellule del sistema nervoso centrale. Gli asparagi presentano effetti positivi anche a livello gastroenterico, in quanto è presente una sostanza chiamata inulina, carboidrato che arriva intatto all’intestino e che rappresenta un’ottima fonte di nutrienti per la flora batterica intestinale in particolare per i lactobacilli.

Infine, gli asparagi contengono una notevole quantità di un amminoacido chiamato asparagina, che costituisce un diuretico naturale, permettendo all’organismo di espellere il sodio in eccesso.


Continuate a seguirci

Alla prossima

(0)