Pausa pranzo, aperitivo, cenetta sulla spiaggia, il pesce crudo è sempre un’ottima alternativa, ma quale scegliere?

Tartare, carpaccio e sushi, il pesce crudo è entrato nella dieta di tutti gli italiani, scopriamo come preparare questo piatto fresco, estivo e gustoso. In generale le ricette sono molto semplici, non prevedono metodi di cottura ma è importante saper accostare bene gli ingredienti per un risultato eccezionale, dal sapore delicato ma deciso.

Carpaccio di salmone con zenzero e pepe rosa

shutterstock_153026681

Il carpaccio di salmone è un piatto semplice con pochi ingredienti: oltre al salmone che è il protagonista, serviranno lime, zenzero, pepe in grani, olio extravergine d’oliva e foglioline di menta.

Procedimento

Scegliere il salmone affumicato a fette – Altamarea, lasciare scongelare le fettine per 24h in frigo, successivamente posizionare le fettine di salmone sul piatto con abbondante olio extravergine d’oliva, fettine di lime, zenzero grattugiato e granuli di pepe rosa. Servitelo fresco.

In alternativa per chi ha più tempo e volesse dedicarsi alla cucina, può prendere il pavè di salmone – Picard, ricordando di pulire bene la carne e prima di servirlo lasciarlo marinare per qualche ora in acqua, limone e olio extravergine d’oliva.

Carpaccio di pesce spada con insalata di mele

shutterstock_183692564

Il carpaccio di pesce spada è un antipasto sfizioso e alternativo, accompagnato da acidule mele Smith con retrogusto di limone.

 

Procedimento

Per prima cosa sbucciare e tagliare le mele, trasferire le fettine in una ciotola con succo di limone per bloccare il processo ossidativo, in una ciotola lavate bene la rucola e mescolatela alle mele.  Servire il Pesce spada affumicato a fette – Altamarea su un letto di rucola e fettine di mele, posizionare di sopra il pesce spada e servire fresco.

Carpaccio di polpo con patate

shutterstock_274546484

Mille sono le ricette che prevedono il polpo con le patate, il carpaccio può essere un’ottima alternativa alla classica insalata. Ci servono fettine di Carpaccio di polpoPicard, olio extravergine d’oliva, patate  e pepe nero.

Procedimento

Tagliare e bollire e le patate, lasciare raffreddare con olio extravergine d’oliva, sale e pepe rosa. Nel mentre scongelare le fettine di polpo, posizionarle in un piatto, con due cucchiai di patate, un pizzico di pepe nero e un filo di olio extravergine d’oliva. Servire il piatto freddo.


Provate i nostri carpacci scoprirete la bontà del pesce crudo e la fantasia dei piatti.

Alla prossima settimana

La vostra nutrizionista preferita

 

(0)

Amiamo il riso nero, ecco perchè Picard ha pensato di dedicare la ricetta di questa settimana a questo buonissimo e ricercatissimo cereale. Il suo sapore è particolare e per questo è molto versatile: può essere abbinato sia alla carne che al pesce e può essere consumato sia freddo che caldo.

Con l’arrivo della bella stagione le insalate e i piatti freddi sono l’ideale per gustare un pranzo sano e nutriente durante una scampagnata in famiglia o in terrazzo con gli amici.

shutterstock_263790134

Scopriamola insieme

Ingredienti per 4 persone:

-250g di riso venere

-250g di salmone affumicato – Alta marea

-300g di avocado a cubetti – Picard

-1/2 limone

-1 lime

-1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

-un pizzico di peperoncino piccante

basilico – Sup’Herb 

-olio extravergine d’oliva

-sale

articolo-picard-img

Procedimento:

Pulire i cipollotti e tagliarli a rondelle. Lavare bene il lime e grattugiare la buccia finemente. In una ciotola spremere il lime e il mezzo limone, aggiungere la buccia del lime, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, lo zenzero in polvere, un pizzico di sale e un pizzico di peperoncino.

Bollire il riso venere in abbondante acqua, seguendo bene le istruzioni sulla confezione: il riso venere ha un tempo di cottura molto più lunga del riso normale, fare molta attenzione.

Scolare e raffreddare il riso, successivamente condirlo con il misto di olio e succo di limone, aggiungere i cubetti di avocado e impiattare aggiungendo il basilico.

Accanto ad ogni porzione di riso e avocado, adagiare le fette di salmone, un filo di olio extravergine a crudo e servire.


Il riso Venere, integrale e dal chicco nero ebano, è una varietà di riso dalle caratteristiche nutritive che lo rendono assolutamente unico. Dall’aroma intenso, che diventa ancora più forte con la cottura e ricorda il profumo del pane appena sfornato, i suoi piccoli chicchi sono una miniera di principi attivi benefici per il nostro organismo.

riso-venere-01-690x430

Scopriamo insieme le caratteristiche di questo chicco fantastico:

100g di riso nero contengono 377kcal;

-Ha un contenuto di ferro quattro volte superiore al riso comune;

-Il suo colore nero lo rende ricco di antocianine, antiossidanti utili per rallentare l’invecchiamento cellulare;

-Il contenuto di carboidrati complessi non altera la glicemia, per cui può essere consumato in tranquillità dai diabetici;

-E’ ricco di amminoacidi essenziali, in particolare la lisina, generalmente carente nelle altre tipologie di riso;

-Ha un buon contenuto di acidi grassi essenziali, in particolare l’acido linoleico;

-E’ ricco di minerali come il calcio, il selenio, lo zinco, il magnesio e il ferro, ed ha un contenuto basso di sodio;

-Essendo un prodotto integrale è ricco di fibre vegetali;

Non contiene glutine e perciò può essere consumato anche dagli intolleranti al glutine.


Il riso nero è un’ottima alternativa al riso brillato, alla pasta o al pane; provate a consumarlo un paio di volte al mese sperimentando nuove ricette con altri ingredienti es: cubetti di petto di pollo e peperoni, asparagi e gamberetti, cubetti di zucchine, verdure miste.

Aspettiamo le vostre ricette.

Alla prossima

La vostra nutrizionista preferita

(0)

Oggi Picard vi propone tre varianti di torte salate ideali per un pic-nic, scampagnata o per un aperitivo tra amici.

Tre varianti che accontentano tutti i gusti.

Scopriamole insieme.

1- Torta salata con verdure miste e mozzarella

2- Torta salata con carciofi, mozzarella e prosciutto cotto

3- Torta salata con salmone, zucchine e scamorza affumicata

Le nostre torte salate presentano una base comune, la pasta sfoglia Picard, realizzata come vuole la tradizione: farina di frumento, burro, acqua e sale, senza aggiunta di conservanti e additivi.


Torta salata con verdure miste e mozzarella

Ingredienti:

  • Cubetti di mozzarella
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale e pepe

Procedimento:

Stendere il rotolo di pasta sfoglia in una teglia e bucherellare con una forchetta il fondo, successivamente versare il misto di verdure ancora surgelato in una padella antiaderente con l’aggiunta di due cucchiai d’olio e lasciar cuocere per circa 10 minuti. Prima di farcire la torta salata, assicurarsi che non ci sia acqua nelle verdure. Tagliare a cubetti la mozzarella e unirla alle verdure, salare e pepare. Farcire la torta salata e cuocere nel forno già caldo a 200°C per 25/30 min.

Torta salata ideale per chi segue un regime alimentare vegetariano, in alternativa la mozzarella può essere sostituita con un formaggio vegetale (tofu).


Torta salata con carciofi, mozzarella e prosciutto cotto

Ingredienti:

  • Mozzarella a cubetti 
  • Prosciutto cotto a ciuffetti
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale e pepe

Procedimento:

Stendere il rotolo di sfoglia in una teglia e bucherellare con una forchetta il fondo. Spadellare per qualche minuto con un filo di olio i carciofi. Mescolare i carciofi in una terrina, aggiungendo i cubetti di mozzarella, i ciuffetti di prosciutto cotto, il sale e il pepe. Farcire la torta salata con il composto e cuocere in forno già caldo a 200°C per circa 20/25 min.


Torta salata con salmone, zucchine e scamorza affumicata

Ingredienti:

  • Scamorza affumicata a fette 
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale e pepe

Procedimento:

In una padella antiaderente versare le zucchine a disco ancora surgelate con due cucchiai di acqua e un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva, far cuocere a fuoco basso con il coperchio. Nel mentre stendere il rotolo di sfoglia in una teglia e bucherellare con una forchetta il fondo. Quando le zucchine saranno pronte, eliminare tutta l’acqua, facendo attenzione che siano completamente asciutte. Farcire la torta salata con gli ingredienti disponendoli a strati: un primo strato di scamorza affumicata, poi zucchine e salmone. Cuocere la sfoglia in forno già caldo a 200°C per circa 25/30 min.


Lasciare raffreddare le vostre torte salate, tagliarle a triangolo e portartele con voi.

Alla prossima settimana

La vostra nutrizionista preferita

 

(0)

-“Dove hai trovato la forza?”

-“Siamo donne tesoro, è la forza che trova noi”

Per il mese della prevenzione del tumore al seno, Picard dedica il menù della settimana a tutte le sue amiche.

Bontà di colazione

Picard ha pensato ad una gustosissima colazione che coinvolgerà tutte le donne della famiglia, dalle figlie alle nonne. La cheesecake Picard, con buonissimi e rossissimi lamponi a guarnire la pasta di formaggio e una  base croccante. Un piacere da concedersi ogni tanto e che riesce ad abbinare la bontà del dolce alla leggerezza del formaggio e della frutta.

 

 

cheesecake_picard

Pranzo con le amiche di sempre

Durante la settimana, la donna ha bisogno di incontrarsi con le amiche per un pranzo leggero, fatto di chiacchiere e sorrisi. Ecco perchè Picard ha pensato ad un pasto equilibrato ma gustoso.

 

 

 

  • n.2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

 

 

salmone_patate_fagiolini

Finger food, divano e film

Una cena alternativa, a base di stuzzichini sfiziosi e un bel film da vedere con le amiche, Picard vi propone piccoli finger food e buoni mignon che renderanno la vostra serata divertente, leggera e speciale.

 

 

 

 

 

menu_donne_prevenzione

Un “dolce” dopo cena

Cosa c’è di più bello che concludere la serata con una rilassante tisana e un gustoso dolcetto.

 

  • Torta sacher – Dolceria Alba 

 

torta_sacher


Cosa significa fare prevenzione…

“La prevenzione è l’insieme di azioni finalizzate ad impedire o ridurre il rischio, ossia la probabilità che si verifichino eventi non desiderati.”

Si può fare prevenzione su diversi livelli: ambiente, alimentazione, stile di vita, attività fisica ecc… tutto finalizzato a ridurre il rischio di sviluppare malattie o peggiorare una condizione patologica già in atto. Nel caso specifico del tumore al seno molte associazioni e istituti di ricerca hanno stilato le regole per la prevenzione, che a partire dai 20 anni dovrebbero essere seguite da tutte le donne, in particolare le donne in cui è presente un fattore genetico importante (es: mamma, nonna, sorella, zia di primo grado).

Come per molte altre malattie, anche per i tumori, lo stile di vita è essenziale, in quanto, molti fattori esterni possono influenzare positivamente e/o negativamente la funzionalità del nostro organismo. In particolare, è stato stimato che adottare sane abitudini possa evitare un cancro su tre. In particolare, per raggiungere questo traguardo importante le regole da adottare sono tre:

  • alimentazione

 

  • esercizio fisico

 

  • abitudini voluttuarie (cioè quelle abitudini che danno piacere ma sono pericolose per la salute, come il fumo o il consumo eccessivo di alcol)

 

Per mantenere un’alimentazione equilibrata non bisogna fare salti mortali, è necessario seguire la classica dieta mediterranea, dove non è importante solo la quantità dell’alimento ma anche la qualità e in particolare la varietà. Quest’ultima caratteristica è sola della dieta mediterranea, in quanto non escludendo nessun alimento garantisce l’assunzione giornaliera/settimanale e mensile di tutti gli alimenti e di conseguenza di tutti i nutrienti (semplici e complessi) come antiossidanti, vitamine, sali minerali, oligoelementi, omega 3 ecc… Nel nostro menù dedicato alle donne, troviamo molte delle sostanze utili, appena accennate: le vitamine e gli antiossidanti dei frutti di bosco, gli omega 3 del salmone, gli acidi grassi polinsaturi e i tocoferoli dell’olio extravergine d’oliva, il selenio e il potassio delle patate, la varietà di verdure della cena ci regalano vitamine, sali minerali, acqua, fibre e antiossidanti. 

Seguendo in modo adeguato uno stile alimentare di tipo mediterraneo, non è necessario incorrere in nessun tipo di integrazione esterna, in quanto ogni giorno verrà garantita l’assunzione di tutti i nutrienti. E’ importante affidarsi a professionisti del settore, che dopo un’accurata anamnesi clinico/nutrizionale realizzano un piano dietetico ad hoc rispettando le abitudini sociali, lavorative e personali (gusti, preferenze).


Continua a seguire la nostra rubrica Salute e Benessere, ogni mercoledì su www.picard.it

La vostra nutrizionista preferita vi augura “Buona prevenzione”

 

 

 

 

 

 

(0)